domenica 12 aprile 2015

Perchè Non Riesci ad Aumentare la Muscolatura? Errore n°3


ERRORE 3: Non allenare abbastanza spesso ogni gruppo muscolare 

Dopo il sovraccarico progressivo, l’altro fattore fondamentale per aumentare la massa muscolare la frequenza dell’allenamento.

Più si allenano i muscoli e maggiori saranno i risultati nell'aumento della massa muscolare, evitando però l'eccesso di allenamento.

Molti programmi per l'aumento della massa muscolare consigliano di allenare ogni parte del corpo una volta alla settimana.

E' troppo poco. La massa muscolare non può aumentare con una frequenza di allenamento così bassa.

Un  principiante può iniziare a vedere risultati allenando ogni gruppo muscolare tre volte alla settimana.

Pensaci per un secondo… Pensi che i tuoi dorsali cresceranno di più se li alleni 52 volte all’anno (significa una volta a settimana) o 104 volte all’anno (significa 2 volte a settimana) ? Oppure che ne dici di 156? La risposta dovrebbe essere ovvia.

Se vuoi aumentare la tua massa muscolare aumenta la frequenza di allenamento e vedrai progressi.

Articolo di Jason Ferruggia, specialista nella costruzione della massa muscolare riconosciuto a livello mondiale e consigliere capo negli allenamenti per il Men's Fitness Magazine.

Per ulteriori Informazioni visita il sito: Aumentareimuscoli.com

venerdì 10 aprile 2015

Perchè Non Riesci ad Aumentare la Muscolatura? Errore n°2


ERRORE 2: Ignorare la legge del sovraccarico progressivo


La regola più importante nell’allenamento è quella del sovraccarico progressivo.

Sovraccarico progressivo significa che per diventare più grande e più forte, e per far crescere la tua massa muscolare devi aggiungere pesi alla sbarra o fare più ripetizioni con lo stesso peso.

Inoltre se vuoi veramente aumentare la tua massa muscolare devi impegnarti continuamente a migliorare la tua performance.

Sollevare pesi leggeri non farà aumentare la tua massa muscolare DEVI sovraccaricare progressivamente il muscolo forzandolo a fare più lavoro nel corso del tempo.

Chi va in palestra e usa sempre gli stessi pesi per settimane, mesi,...sempre quelli, non può vedere progressi nell'aumento della massa muscolare.
Se oggi sollevi 60 kg nello squat per cinque ripetizioni, tra un mese devi essere in grado di farlo per almeno otto ripetizioni, oppure tra un mese devi riuscire a sollevare 65 kg per cinque ripetizioni.

Devi fare almeno una di queste due cose o anche tutte e due se vuoi che il tuo muscolo cresca e si adatti.

Se riesci a caricare 45 kg di peso per otto buone ripetizioni durante un esercizio di squat stai sicuro che i muscoli delle gambe aumenteranno, perchè grandi pesi costruiscono grandi muscoli, questa è l'unica cosa che funziona per aumentare la massa muscolare.

Tenere un diario di allenamento

Per aumentare la massa muscolare bisogna aumentare progressivamente la quantità di peso sollevato, oppure aumentare progressivamente il numero delle ripetizioni con lo stesso peso.

Per questo è importante tenere un diario di allenamento dove riportare ogni allenamento eseguito, pesi utilizzati, serie e ripetizioni.

Scrivendo tutto quello che hai fatto hai un quadro chiaro del livello raggiunto, e di cosa fare la volta successiva per migliorare.

L'obiettivo è quello di migliorare costantemente i risultati del tuo diario, solo così vedrai crescere costantemente la tua massa muscolare.

 Articolo di Jason Ferruggia, specialista nella costruzione della massa muscolare riconosciuto a livello mondiale e consigliere capo negli allenamenti per il Men's Fitness Magazine.

Per ulteriori Informazioni visita il sito: Aumentareimuscoli.com

Perchè Non Riesci ad Aumentare la Muscolatura? Errore n°1


Errore n° 1: Allenamento Eccessivo.

L' allenamento eccessivo è il primo primo errore che viene commesso da chi vorrebbe far crescere la propria massa muscolare.

Troppi allenamenti a settimana, troppe serie per allenamento, allenamento duro per troppo tempo.
Per evitare di allenarsi troppo ed ottenere progressi regolari bisogna rispettare i seguenti 4 passi:

1)Non allenarsi più di quattro giorni a settimana                                                                                        

La massa muscolare cresce durante il periodo di recupero, non durante l'allenamento, che è solo lo stimolo. Una volta applicato lo stimolo bisogna permettere al corpo di adattarsi.
Continuando ad allenarsi senza pause non si da il tempo alla massa muscolare di crescere, quindi il riposo è essenziale.

Meglio limitarsi a quattro allenamenti intensi alla settimana.

2)Non allenarsi per più di un’ora 

Iniziando ad allenarsi il corpo inizia a produrre più testosterone.
Il livello massimo di testosterone si raggiunge dopo circa 27 minuti di allenamento.
Dopo 45 minuti di allenamento il livello di testosterone si abbassa fino a raggiungere il livello iniziale.

Superando i 45 minuti di allenamento il livello di testosterone crolla e il livello di cortisolo (ormone dello stress che riduce la massa muscolare e aumenta l’accumulo di grassi) comincia ad aumentare.

Ecco perché non bisogna superare il livello massimo dei 60 minuti di allenamento, rispettando questa regola si vedranno risultati sorprendenti nella crescita della massa muscolare.

3)Non fare più di 12-18 serie complete per allenamento 

Chi va in palestra esegue normalmente circa 25-30 serie di allenamenti forse anche più.

Non serve farne così tante, si rischia di fare troppo e male.
Mettere un limite al numero di serie per allenamento ti costringe a dare il massimo per ogni serie di allenamento dalla prima all'ultima.
Se, dopo il riscaldamento completo, non vedi progressi con 12-18 serie per allenamento, allora bisogna impegnarsi di più ed allenarsi più duramente.

4)Non allenarsi fino al cedimento muscolare

Allenarsi fino al cedimento muscolare significa ritrovarsi in uno stato di sovrallenamento.
Questo manda in tilt il sistema nervoso centrale e non permette ai muscoli di recuperare in breve tempo.
Per restare in forma e continuare a fare progressi bisogna completare ogni serie di allenamento.

Se hai bisogno di più di cinque secondi per eseguire la tua ultima ripetizione e senti che le forze ti stanno abbandonando, allora stai andando troppo oltre. Termina la serie con una buona ripetizione, sapendo che, se qualcuno ti puntasse una pistola, potresti riuscire a completare ancora una o due ripetizioni.
Allenati duramente, ma senza ammazzarti. Allenati in modo intelligente!

Articolo di Jason Ferruggia, specialista nella costruzione della massa muscolare riconosciuto a livello mondiale e consigliere capo negli allenamenti per il Men's Fitness Magazine.

Per ulteriori Informazioni visita il sito: Aumentareimuscoli.com

martedì 7 aprile 2015

Acne, Come e Quanto Lavare la Pelle.


Cura esterna dell'acne: i pro e contro di lavare il viso 


L'acne è malattia determinata da diversi fattori all'interno dell'organismo, ma ci sono cause esterne che possono favorire la formazione dell'acne o interferire con il processo di guarigione.

Oltre a guarire l'organismo interno è necessario conoscere e risolvere anche queste cause scatenanti esterne, affinchè il trattamento olistico per l'acne abbia successo.

I problemi della pelle che possono interferire con il processo di guarigione dall'acne sono:
Pori ostruiti o molto grandi, carnagione grassa o molto secca, scarsa igiene della pelle.
Questi fattori non causano l'acne, ma possono rallentare o bloccare il processo di guarigione, o favorire lo sviluppo dell'acne in concomitanza ad altre cause interne.

La soluzione è prendersi cura ogni giorno della propria pelle con facili pratiche per accelerare il processo di guarigione dall' acne, equilibrare i livelli di pH della pelle, rendendola liscia, tonica, luminosa e sana.

Lavare il viso due volte al giorno con un antisettico dolce e sapone antibatterico naturale al 100% come il sapone di olio di tea tree, o sapone Cetaphil.


Questi prodotti aiutano a ridurre infiammazione, gonfiore e arrossamento causati dall'acne e migliorano significativamente l'aspetto della pelle.
Evitare prodotti che contengono perossido di benzoile.

Il lavaggio del viso deve sempre avvenire dopo 5 minuti di trattamento al vapore che servono a dilatare bene i pori della pelle.


Per fare un buon trattamento al vapore bisogna mettere acqua bollente in una bacinella, mettere il viso a contatto con il vapore acqueo coprendo la testa con un asciugamano.

Dopo il bagno di vapore seguire questi 3 semplici passaggi: 

1. Usare acqua tiepida per bagnare il sapone.

2. Applicare il sapone per il viso con la punta delle dita eseguendo un movimento circolare.

3. Lavare delicatamente il viso e tamponare la pelle asciugare con un asciugamano di cotone.

Se la pelle è eccessivamente grassa (squilibrio ormonale che deve essere curato internamente), 
usare il sapone Neutrogena per pulire i pori oppure meglio ancora applicare una maschera tutta naturale fatta con bentonitre o albumi. 

Se la pelle è molto secca il problema va risolto internamente attraverso pratiche per bilanciare la secrezione di sebo come cambiamenti di dieta e utilizzo di integratori, tra cui l'assunzione regolare di 10 bicchieri di acqua pura su base giornaliera. 


Per quanto riguarda la cura esterna, applicare grandi quantità di crema idratante di buona qualità come il gel al 99% di Aloe Vera.

Attenzione: lavare eccessivamente il viso può causare irritazioni, aumentare il rossore e l'infiammazione, peggiorando l'acne.

Se avete la pelle sensibile la procedura consigliata è quella di testare ogni prodotto prima di utilizzarlo, con piccole quantità sul mento, a prescindere dalla qualità o natura dei suoi ingredienti.

Articolo tratto dal libro Mai Più Acne di Mike Walden.

Mike Walden è un nutrizionista certificato, ricercatore medico indipendente, consulente di salute naturale e autore dell'ebook best-seller "Mai Più Acne- Apri la porta ad una vita senz'acne." Mike ha scritto decine di articoli di salute olistica e viene ricordato in ezines e riviste e in centinaia di siti in tutto il mondo. 
Per informazioni sul programma di pulizia della pelle olistico di Mike, visita: MaiPiùAcne.com

lunedì 6 aprile 2015

Guarire la Vitiligine con un Approccio Olistico.


Consigli Olistici Per Guarire dalla Vitiligine

I metodi olistici di guarigione non insegnano nulla di nuovo, sono l'applicazione di pratiche mediche usate per secoli in tutto il mondo, e coloro che soffrono di vitiligine hanno imparato che la guarigione olistica è molto efficace.

La medicina olistica collega il problema della vitiligine ad accumuli di sostanze tossiche nell'organismo, che causano superlavoro per fegato e reni.

Questi accumuli sono determinati da alimentazione sbagliata e/o esposizione prolungata ad agenti inquinanti.   Quando il fegato non riesce più ad eliminare abbastanza tossine dal corpo, queste iniziano ad essere espulse attraverso la pelle, e questo può causare gravi danni ai pigmenti della pelle e determinare la vitiligine.

Iniziando a nutrirsi in modo più sano si può invertire questa condizione e bloccare gli effetti della vitiligine.

In caso di vitiligine la medicina olistica consiglia di evitare:


  • Glutine: anche se non lo sanno, moltissime persone soffrono di intolleranza al glutine che può aggravare la vitiligine.
  • Cibi acidi: troppi cibi acidi possono alterare  l'equilibrio del pH lasciando la pelle vulnerabile agli attacchi.
  • Cibi industriali: alimenti trasformati contenenti conservanti, coloranti e altri prodotti chimici e tossine, sono da evitare se avete la vitiligine.
  • Cibi contenenti zuccheri raffinati: cibi spazzatura, bibite, snack, prodotti dolci confezionati, merendine,... alterano i livelli di glucosio e aggravano la condizione della vitiligine e altre patologie della pelle.


Cosa mangiare in caso di vitiligine?

Gli alimenti possono danneggiare la pelle o aiutarla a guarire. 

Gli alimenti che aiutano a guarire dalla vitiligine sono:


  • Proteine: proteine provenienti da carni magre, uova, e noci possono tutti aiutare la pelle a guarire dalla vitiligine.
  • Grassi e oli: il corpo ha bisogno di una certa quantità di grassi e oli ogni giorno per funzionare correttamente. Utilizzare olio extra vergine di oliva per cucinare e per condire il cibo, così si  rafforza il sistema immunitario e la pelle.
  • Grassi acidi Omega 3: rinforzano il sistema immunitario e riducono le infiammazioni dell'organismo, quindi consumare pesce di mare profondo può aiutare a migliorare l'aspetto della pelle e ridurre gli effetti della vitiligine.
  • Frutta e verdura: la dieta quotidiana deve essere costituita in buona parte da frutta e verdura fresche che danno alla  pelle il giusto mix di sostanze nutritive.
  • Acqua: Assicurarsi di bere le almeno 1,5 litri di acqua ogni giorno.


Dormire quanto basta

Molte persone sottovalutano il sonno e il riposo.
Durante il sonno e il riposo l'organismo si rigenera e si autoguarisce,  in mancanza di un adeguato riposo, il corpo e la pelle non sono in grado di guarire completamente.
Un modo per aumentare la salute della pelle è quello di dormire almeno sette - otto ore di sonno di qualità ogni notte.

Praticare esercizio fisico.

La ricerca medica ha dimostrato che bastano 30 minuti di lieve esercizio fisico ogni giorno per migliorare la circolazione, la guarigione e rafforzare il sistema immunitario.

Ridurre lo stress

In presenza di stress eccessivo e prolungato, l'organismo non funziona bene, la pressione sanguigna aumenta, tutto il corpo funziona male.
Utilizzare tecniche di rilassamento come lo yoga, praticare esercizio fisico.

Consumare cibi ricchi di Vitamine

Per aiutare l'organismo a guarire dalla Vitiligine la medicina olistica consiglia di consumare cibi contenenti le seguenti vitamine e minerali:


  • Acidi grassi omega 3
  • Vitamina C
  • Vitamina E
  • Zinco
  • Beta carotene
  • Phytochemicals (boro, cromo, calcio, cesio, cobalto, rame, selenio)
  • Tiamina
  • Riboflavina
  • Vitamina K

Un approccio olistico per il Trattamento della vitiligine richiede alcuni cambiamenti nello stile di vita e nell'alimentazione, questi sono alcuni dei consigli che la medicina olistica offre per un trattamento multidimensionale che mira a risolvere alla radice il problema della vitiligine.

Questo articolo è basato sul libro, "Miracolo Per Vitiligine" di David Platrow. 
David è un autore, ricercatore, consulente della salute e nutrizionista, ha dedicato la sua vita alla creazione di una soluzione olistica definitiva per la guarigione dalla vitiligine, che mira a risolvere definitivamente alla radice il problema della vitiligine e migliorare notevolmente la qualità della  vita, naturalmente, senza farmaci e senza effetti collaterali. 
Per saperne di più visita il suo sito web: MiracoloPerVitiligine.Com

Acne: Cose Non Fare Assolutamente alla Pelle se hai L'Acne


In caso di Acne Bisogna aiutare la propria Pelle:

La pelle è il più grande organo, protegge il corpo dagli sbalzi di temperatura, e dagli agenti nocivi esterni, inoltre la pelle svolge un ruolo fondamentale nel processo di eliminazione delle tossine.

Le tossine sono uno dei principali fattori che contribuiscono all'acne.

Se soffri di acne devi aiutare la tua pelle a guarire, ma è importante sapere come comportarsi e cosa fare, ma soprattutto cosa non devi assolutamente fare alla tua pelle se soffri di acne ai fini di non peggiorare la situazione.


Aiutando la pelle si apre la via alla guarigione dall'acne.

Persistere in comportamenti sbagliati significa indebolire le capacità naturali di protezione della pelle, rallentare il processo di guarigione dall'acne, peggiorare ulteriormente l'aspetto della pelle, incrementare i già fastidiosi sintomi dell'acne.



Acne, Cosa evitare, le 7 cose che non dovresti mai fare alla tua pelle se hai l'acne ma questo vale anche se l'acne non ce l'hai: 


1.Fumare, il fumo danneggia la pelle e favorisce l'acne 

Il fumo provoca cancro ai polmoni, malattie cardiache e invecchiamento precoce della pelle.

Il fumo provoca la contrazione dei piccoli capillari e dei vasi sanguigni della pelle, riducendo l'apporto di ossigeno essenziale alla creazione e il mantenimento delle cellule sane.

2. Utilizzo di steroidi topici 

Farmaci e parafarmaci con creme cortisoniche potrebbero ridurre lo spessore della pelle e peggiorare la condizione dell' acne nel lungo periodo.


Questi prodotti determinano irritazione, arrossamento e altri effetti collaterali.

I prodotti topici affrontano solo i sintomi dell'acne (infiammazione, prurito, pus), ma non agiscono sulla causa principale della malattia. Avere cura della propria pelle esterna è altamente raccomandato, ma è un'operazione che deve essere eseguita delicatamente con ingredienti naturali puri come l'olio di tea tree diluito.

3. L'assunzione esagerata e prolungata di antibiotici

I trattamenti antibiotici come le tetracicline aggravano l'acne nel lungo periodo e danneggiano gravemente l'organismo.

Gli antibiotici distruggono tutti i batteri nell'organismo, compresi i batteri buoni probiotici come l'acidophilus che hanno molte qualità essenziali nel favorire la bellezza della pelle. 

Una di queste qualità è la capacità di proteggere il vostro apparato digerente da parassiti e funghi (che costantemente appesantiscono e danneggiano il fegato, uno degli organi più importanti responsabili del processo di guarigione della pelle).

4. Attenzione durante la rasatura e al tipo di lametta utilizzato. 

Usare molta attenzione durante la rasatura della barba specialmente in presenza grandi rigonfiamenti e brufoli. 

Le lamette da barba multiple possono provocare gravi irritazioni e danneggiano la pelle. 
Utilizzare sempre una lametta unica in caso di acne.

5. Non Martoriarsi la pelle, non schiacciarsi i brufoli. 

Evitare di toccare le imperfezioni della pelle causate dall'acne, premere o schiacciarsi le imperfezioni, indipendentemente da quanto tentante o sicuro possa sembrare. 


Schiacciare i brufoli tentando di far fuoriuscire il pus aggrava l'acne, peggiora l'infiammazione esistente, pruduce cicatrici e spinge il pus più profondamente nella pelle. 

Ci sono modi molto efficaci e sicuri per trattare i piccoli brufoli o punti neri, ma è meglio affidarsi ad un professionista della cura della pelle.

6. Assunzione di quantità eccessive di vitamina A 

La vitamina A da fonti naturali (verdure a foglia verde e frutta e verdure con beta carotene) e in piccole quantità può migliorare significativamente il processo di guarigione della pelle ma, se presa in eccesso, può seriamente danneggiare il fegato e causare gravi problemi di salute ed effetti collaterali.

7.Utilizzare parafarmaci per la Rosacea

Consultare sempre il proprio dermatologo prima di applicare i prodotti sulla pelle già infiammata e sensibilizzata. 


Articolo tratto dal libro Mai Più Acne di Mike Walden

Mike Walden è un nutrizionista certificato, ricercatore medico indipendente, consulente di salute naturale e autore dell'ebook best-seller "Mai Più Acne- Apri la porta ad una vita senz'acne." Mike ha scritto decine di articoli di salute olistica e viene ricordato in ezines e riviste e in centinaia di siti in tutto il mondo. Per informazioni sul programma di pulizia della pelle olistico di Mike, visita: MaiPiù Acne.com

Sintomi dell'Acufene


Sintomi dell'acufene

L'acufene produce sintomi molto fastidiosi tali da disturbare la qualità della vita di chi ne soffre.

L'acufene è un disturbo dell'udito, l'orecchio di chi soffre di acufene percepisce sintomi fastidiosi come ronzii, fischi, fruscii, rumore di fondo.

La medicina tradizionale non classifica l'acufene come una malattia, ma come una condizione derivante da una pluralità di cause.

I sintomi dell'acufene insomma sono costituiti dalla percezione di fastidiosi rumori di fondo senza che esista una sorgente fisica che li abbia prodotti.

Chi soffre di acufene riferisce sintomi di vario tipo che non sono mai gli stessi per ogni persona, ognuno ha la sua percezione, si va dai fischi ai ronzii, brusii, sibili, etc... la maggior parte dei sintomi dell'acufene vengono definiti come rumori fantasma, perchè non hanno una sorgente fisica che li abbia prodotti.

La fonte fisica non esiste ma i sintomi dell'acufene esistono, questo fatto determina molta confusione e anche paura nei sofferenti di acufene causata dall'impossibilità di individuare la fonte dei rumori percepiti.

Alcune persone soffrono dell'acufene pulsatile o pulsante, in questo caso i sintomi dell'acufene hanno una fonte fisica che è costituita dal proprio battito cardiaco.

In questo caso di acufene l'orecchio percepisce continuamente il battito del cuore, questo sintomi di acufene può portare a impazzire perchè lo si sente in continuazione.

L'acufene pulsatile o pulsante è una forma piuttosto rara di acufene, e molto spesso può essere curato in quanto è causato da: ipertensione, soffi al cuore, patologie delle trombe di eustachio, anomalie di vene o arterie, tumore glomico,.... ma anche alti livelli di stress ansia o depressione.

Se percepite i sintomi di questo acufene è consigliabile farsi visitare dal proprio medico.

Dolori all'orecchio e Acufene. 

Talvolta i sintomi dell'acufene possono essere accompagnati da dolori all'orecchio, questo accade quando una o entrambe le orecchie sono intasate dal cerume, che una volta rimosso il dolore cesserà.

I sintomi dell'acufene non sono semplici da eliminare, potrebbero esserci numerosi fattori che contribuiscono all'acufene, spesso la medicina convenzionale non è in grado di garantire un sollievo duraturo dai sintomi dell'acufene. 
La medicina convenzionale offre trattamenti per i sintomi dell'acufene, ma trattare i sintomi non basta se la causa rimane. 

L'unico modo di sbarazzarsi definitivamente dall'acufene e da tutti i suoi sintomi per sempre è un trattamento olistico multidimensionale, studiato in maniera da eliminare alla radice le cause dell'acufene, questa è la sola strada per liberarsi definitivamente dai sintomi dell'acufene.  


Questo articolo è basato sul libro "Miracolo per Acufeni" di Thomas Coleman. Thomas è uno scrittore, ricercatore, specialista dell'alimentazione e consulente di salute che ha dedicato la sua vita a trovare la soluzione definitiva agli acufeni garantendo di eliminarli in modo definitivo sradicandone la causa e migliorando significativamente la qualità di vita generale, senza ricorrere a farmaci o operazioni chirurgiche. 
Per saperne di più visita il sito: Miracolo PerAcufeni.com

Come Curare le Emorroidi Metodo Olistico

Come Curare la Candida

Privacy

CookiesI cookies sono piccoli file di testo che vengono installati da parte di un sito Web sul browser dell’Utente e che registrano alcune informazioni relative alla sua attività di navigazione; tali dati, se i cookies non vengono disabilitati, vengono comunicati al sito che li ha installati ogni qualvolta l’Utente torna a visitarli.Questo sito non installa in modo automatico cookies di alcun genere.Per pubblicare gli annunci uesto sito utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti quali Google. In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci al fine di utilizzare questi dati raccolti (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Uno di questi cookies utilizzato da Google è chiamato DART. L’utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per gli utenti in base alla loro visita a questo sito e ad altri siti Internet: in questo modo saranno visualizzati annunci più pertinenti sia con i temi trattati nel sito che con l’inclinazione dei visitatori. Gli utenti possono reperire più informazioni, conoscere le opzioni disponibili e scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.

Disclaimer:

Questo sito è una raccolta di informazioni su libri, rimedi e prodotti naturali utili alla soluzione delle più svariate patologie, l'autore di questo sito declina ogni responsabilità sulla validità di tali metodi o prodotti , il lettore si assume la piena responsabilità dei rischi connessi a qualunque forma di trattamento, i consigli riportati in questo sito non possono sostituire alcun trattamento medico, se sospettate di avere problemi di salute rivolgetevi al vostro medico.