giovedì 26 gennaio 2012

Succhi di Frutta e Verdura per una Salute Ottimale.

La Salute con i Succhi di frutta e verdura

Succhi di frutta e verdura fresca, quando fanno bene e quando possono creare disturbi.

I succhi di frutta e verdura fresca sono in grado di rinforzare, rinnovare il sistema immunitario, dare maggiore energia, aumentare il potenziale curativo del corpo, i poteri curativi dei succhi di frutta e della verdura fresche vengono riconosciuti dai maggiori esperti di nutrizione.

Il consumo regolare di succhi di frutta e verdura fresca contribuiscono a migliorare la salute, con risultati scientificamente testati, caso famoso è la terapia Gerson, una terapia contro il cancro che funziona grazie a una dieta a base di succhi di frutta, di verdure, ricette vegetariane e rimedi fitoterapici.

La terapia Gerson contro il cancro è oggi applicata da medici e terapeuti, ospedali e cliniche in ogni parte del mondo.
Il succo di frutta e verdura è senza dubbio il modo migliore di mantenersi in salute, facile da preparare poco costoso e soprattutto buono.

Famoso anche il caso di Michael Werner, in Gran Bretagna, quest’uomo si nutre da ben sei anni di sole bevande a base di frutta e verdura, succhi, solo cibi liquidi, i suoi pasti prevedono il consumo di succhi di frutta, verdura acqua e caffè, e questa persona attualmente gode di ottima salute.

I succhi di frutta e verdura fresca danno energia, rafforzano il sistema immunitario e la capacità di auto guarigione, i succhi di frutta e verdura aiutano a combattere determinate malattie.

Come Preparare Succhi di frutta e Verdura

Per ottenere succhi di frutta e verdura quotidianamente si utilizzano le centrifughe
Le centrifughe servono a preparare all’istante succhi di frutta freschi, succhi di verdura di qualsiasi tipo, anche di cocktail naturali di frutta e di verdura fresca, che garantiscono l'apporto di sostanze indispensabili quali minerali, vitamine ed enzimi.

Con la centrifuga possiamo preparare da soli i succhi di frutta a piacere, a seconda dei propri gusti e della disponibilità stagionale, si possono ottenere mix di frutta centrifugata da consumare all’istante per la dolcificazione meglio aggiungere miele.


Benefici del Consumo di Succhi di Frutta e Verdura

Il consumo quotidiano di frutta e verdura fresca, due o tre porzioni quotidiane, riducono il rischio di contrarre il diabete anche del 20%.e aiutano i processi di guarigione da tutte le malattie, la frutta è indispensabile all'organismo, perché gli fornisce vitamine, sali minerali e la benefica cellulosa, che facilita le funzioni intestinali, la cellulosa contenuta sia nella frutta che nella verdura stimola la peristalsi intestinale.

La frutta, oltre ad essere dissetante, offre un notevole apporto di tutti i sali minerali che vengono dissipati con la sudorazione.


Quando e perchè il Consumo di Frutta potrebbe creare problemi

Frutta e verdura fanno bene alla salute, ma attenzione agli eccessi!
La frutta andrebbe assunta lontano dai pasti abbondanti, gli eccessi di consumo di frutta non vanno bene, anche diete a base di sola frutta e verdura non vanno bene, vediamo di analizzare gli aspetti negativi del consumo errato di frutta:

La Frutta se consumata in quantità eccessive e a cavallo dei pasti principali è spesso responsabile di gonfiori gastrointestinali e pesantezza, la frutta non è dannosa, ma è sbagliato il modo in cui viene consumata, la frutta sia intera che sotto forma di succhi, va consumata al mattino per colazione, sempre prima dei pasti, se consumata appena dopo un pasto, rimarrà per troppo tempo nell’apparato digerente producendo fermentazione gonfiore e pesantezza.

La fermentazione degli zuccheri della frutta può produrre conseguenze infiammatorie in tutto l’organismo.

Chi soffre di gonfiori gastrointestinali o altri disturbi di natura infiammatoria può provare a separare il consumo della frutta dai pasti principali, provare a consumare la frutta a colazione oppure a merenda, e sicuramente si noteranno miglioramenti.

domenica 22 gennaio 2012

Essiccazione e Conservazione Naturale dei Cibi

Essiccazione e conservazione naturale degli alimenti


L'essicazione permette di conservare a lungo tempo alimenti soggetti a rapido deperimento come frutta e verdura, essiccando gli alimenti in eccesso possiamo in tal modo conservare ed evitare sprechi inutili di cibo pregiato e costoso.

L’essiccazione è stata una delle prime forme di conservazione sperimentate, ed è ancora largamente utilizzata nella conservazione domestica dei cibi.

L' essiccazione è una tecnica naturale di conservazione dei cibi, si effettua eliminando i liquidi dagli alimenti grazie alla loro esposizione ad una fonte di calore.
Con l’essiccazione si estrae dagli alimenti l’ 80 – 90% dell’acqua, si impedisce in tal modo lo sviluppo di muffe batteri, si ritarda il deterioramento, e si rende possibile la conservazione nel tempo, mantenendo in molti casi inalterate le qualità del cibo, vitamine, minerali,… e il gusto.

Una volta effettuata l’essiccazione, gli alimenti vanno posti entro involucri chiusi ermeticamente, per evitare che il cibo possa assorbire acqua e umidità dall’aria.
Nell' antichità, i cibi venivano essiccati naturalmente mediante esposizione al sole, l’essiccamento avviene quando si procede con mezzi naturali, esposizione dei cibi a sole, aria,…

Quando invece il processo è artificiale, si parla di disidratazione.

E’ possibile essiccare una vasta gamma di alimenti, generalmente vengono essiccati
funghi, verdure, frutta, erbe, con l’essiccazione è possibile avere per tutto l'anno cibi naturali con ottime qualità nutrizionali, senza aggiungere additivi e conservanti.

L’essicazione dei cibi presenta alcuni svantaggi, perdita significativa di vitamina C, inoltre un alimento essiccato prima di essere consumato va reidratato, il processo di reidratazione rende i cibi più duri e gommosi rispetto all’origine, anche il sapore in alcuni alimenti potrebbe risultare alterato.

Essiccatori e Metodi di essiccazione

Oggi per essiccare i cibi vengono utilizzati essiccatori elettrici che garantiscono ottimi risultati.
Un essiccatore per alimenti è molto simile ad un forno elettrico, è costituito da:







  • una resistenza elettrica regolabile simile a quella dei forni che produce il calore



  • una ventola diffonde il calore



  • vari ripiani forati su cui vengono disposti gli alimenti da essiccare.





Esistono essiccatori a flusso d'aria verticale o orizzontale.





Nell’essiccatore a flusso verticale il movimento dell’aria calda avviene dall’alto verso il basso, mentre nell’essiccatore orizzontale, il flusso dell’aria è laterale.
I cibi da essiccare vengono disposti sui ripiani dell’essiccatore, e lasciati fino a completa essiccazione. La completa essiccazione avviene quando il tasso di umidità residua dell’alimento è circa del 15%, la valutazione dell’umidità residua a fine essiccazione avviene visivamente, in base all'esperienza, valutando la consistenza degli alimenti essiccati.





I cibi contenenti pochi zuccheri e pectine dovranno apparire duri, quasi croccanti, mentre morbidi gli altri tipi di alimenti.

Come preparare i cibi all’essiccazione

Affinchè l’essicazione avvenga in tempi accettabili, bisogna permettere permettere una rapida evaporazione dell’acqua.





Bisogna ridurre i cibi a fette sottili, lo spessore ideale delle fette dei cibi da essiccare deve essere compreso fra 4 e 10 mm.

Per certi tipi di erbe a foglia larga lucida e pelosa come le erbe aromatiche meglio eseguire l’essicazione naturale all’aria per alcuni giorni.

Anche per le piante officinali è preferibile l’essicazione all’aria in quanto le alte temperature altererebbero i principi attivi della pianta.

Per essiccare frutta di grandi dimensioni come ananas, mele, banane,… preparare fette uniformi in grandezza e spessore, in caso di frutta e verdura di medie dimensioni come albicocche, susine, pomodori, basta tagliare in due il singolo pezzo.
Se si deve essiccare frutta di piccole dimensioni come more, ciliegie, fragole, frutti di bosco,… immergere i frutti in acqua con temperatura vicina all’ebollizione per un ora – un ora e mezza allo scopo di rendere permeabile la buccia.

Tutti gli essiccatori in commercio dispongono di manuali per l’utilizzo con consigli pratici su come essiccare una vasta gamma di alimenti, bisogna comunque tener presente che i tempi necessari all’essicazione di un alimento sono di 2-3 ore per ogni millimetro di spessore.

Completato il processo di essicazione è opportuno conservare gli alimenti essiccati entro appositi contenitori ermetici che impediscono il riassorbimento di umidità dall’aria e prolungano i tempi di conservazione.

Prima di procedere all’essicazione è opportuno immergere gli alimenti in acqua bollente per circa 2 minuti allo scopo di eliminare eventuali residui, sporcizia, larve di insetti e quant’altro.

E’ anche possibile per una maggior sicurezza lasciare il prodotto in forno a 80 °C per circa un quarto d'ora, per uccidere anche batteri più resistenti.


Conservazione e consumo dei cibi essiccati





Completato il processo di essicazione è opportuno conservare gli alimenti essiccati entro appositi contenitori ermetici che impediscano il riassorbimento di umidità dall'aria.





Una volta essiccati e messi entro appositi contenitori, i cibi possono essere conservati e consumati per tutto l’anno, molti di essi possono essere consumati secchi, mangiati da soli, o usati per preparare dolci,…

Oppure è possibile reidratare gli alimenti immergendoli in acqua per alcune ore, per accelerare i tempi di reidratazione scaldare il tutto a fuoco lento.


Come Curare le Emorroidi Metodo Olistico

Come Curare la Candida

Privacy

CookiesI cookies sono piccoli file di testo che vengono installati da parte di un sito Web sul browser dell’Utente e che registrano alcune informazioni relative alla sua attività di navigazione; tali dati, se i cookies non vengono disabilitati, vengono comunicati al sito che li ha installati ogni qualvolta l’Utente torna a visitarli.Questo sito non installa in modo automatico cookies di alcun genere.Per pubblicare gli annunci uesto sito utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti quali Google. In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci al fine di utilizzare questi dati raccolti (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Uno di questi cookies utilizzato da Google è chiamato DART. L’utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per gli utenti in base alla loro visita a questo sito e ad altri siti Internet: in questo modo saranno visualizzati annunci più pertinenti sia con i temi trattati nel sito che con l’inclinazione dei visitatori. Gli utenti possono reperire più informazioni, conoscere le opzioni disponibili e scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.

Disclaimer:

Questo sito è una raccolta di informazioni su libri, rimedi e prodotti naturali utili alla soluzione delle più svariate patologie, l'autore di questo sito declina ogni responsabilità sulla validità di tali metodi o prodotti , il lettore si assume la piena responsabilità dei rischi connessi a qualunque forma di trattamento, i consigli riportati in questo sito non possono sostituire alcun trattamento medico, se sospettate di avere problemi di salute rivolgetevi al vostro medico.