lunedì 9 dicembre 2013

La Vitamina D, il Sole e le Malattie.


Come assumere la quantità necessaria di vitamina D.

L'assunzione di Vitamina D dipende strettamente dall'esposizione della pelle ai raggi UVB del sole.

Poche persone riescono ad avere una corretta e costante esposizione ai raggi del sole, trascorriamo infatti la maggior parte del tempo in ambienti chiusi, perciò l'approvvigionamento di vitamina D è carente nella maggior parte della popolazione industrializzata.

La vitamina D è una sostanza fondamentale per il corretto funzionamento del del corpo umano, studi medici dimostrano come l' insorgenza di patologie come l'osteoporosi, la parodontite, la fibromialgia, il diabete, la sclerosi multipla, la demenza senile, l'asma, molti tipi di cancro, il dolore cronico e molte altre patologie, sono strettamente correlate alla carenza di vitamina D.

La maggior parte degli organi del corpo ha bisogno della vitamina D per mantenersi in efficienza, inoltre si ritiene che la vitamina D acceleri la guarigione di tessuti e cellule.

Altri studi medici hanno evidenziato come il picco di influenza invernale coincide con il momento di massima carenza della vitamina D, in estate invece in condizioni di massima esposizione solare, la vitamina D in eccesso viene immagazzinata nel grasso corporeo per essere riutilizzata in autunno e inverno.

Quando la vitamina D è carente, virus e malattie influenzali hanno maggiori probabilità di attaccare l'organismo, questa correlazione è stata ampiamente dimostrata da studi epidemiologici, infatti molti medici consigliano integrazione di vitamina D a chi non ha la possibilità di esporsi con regolarità alla luce solare.

In Italia da novembre a marzo, non è possibile nemmeno esponendosi al sole ad assumere il quantitativo minimo di vitamina D necessario all'organismo, il problema della carenza di vitamina D colpisce tutte le popolazioni che vivono sopra al 35° parallelo.

La soluzione alla carenza di vitamina D è l'integrazione, oppure l'esposizione a lampade abbronzanti, che però hanno effetti collaterali, per cui se ne sconsiglia l'utilizzo.

Meglio utilizzare integratori alimentari a base di vitamina D3 o colecalciferolo, nella misura di 2000 UI (unità internazionali) al giorno durante il periodo invernale.
Sotto controllo medico con analisi del sangue che stabiliscono quanto si è carenti di vitamina D, l'integrazione può salire fino a 5000 UI.

Non esistono effetti collaterali da sovradosaggio da vitamina D se si rimane entro i livelli di integrazione indicati, basta pensare che mezz'ora di spiaggia in costume da bagno in pieno giorno corrisponde all'assunzione di circa 20.000 UI. 

Un microgrammo equivale a 40 UI.

Il valore corretto di vitamina D nel sangue dovrebbe essere di 40 - 50 ng/ml, la maggior parte delle persone in realtà registra un valore compreso tra 5 - 20 ng/ml.

Il comportamento migliore per avere il giusto valore di vitamina D nell'organismo è una abbondante esposizione alla luce solare nei mesi caldi e un'adeguata integrazione nel periodo invernale.



Fonte: Vivi Consapevole.

Nessun commento:

Come Curare le Emorroidi Metodo Olistico

Come Curare la Candida

Privacy

CookiesI cookies sono piccoli file di testo che vengono installati da parte di un sito Web sul browser dell’Utente e che registrano alcune informazioni relative alla sua attività di navigazione; tali dati, se i cookies non vengono disabilitati, vengono comunicati al sito che li ha installati ogni qualvolta l’Utente torna a visitarli.Questo sito non installa in modo automatico cookies di alcun genere.Per pubblicare gli annunci uesto sito utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti quali Google. In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci al fine di utilizzare questi dati raccolti (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Uno di questi cookies utilizzato da Google è chiamato DART. L’utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per gli utenti in base alla loro visita a questo sito e ad altri siti Internet: in questo modo saranno visualizzati annunci più pertinenti sia con i temi trattati nel sito che con l’inclinazione dei visitatori. Gli utenti possono reperire più informazioni, conoscere le opzioni disponibili e scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.

Disclaimer:

Questo sito è una raccolta di informazioni su libri, rimedi e prodotti naturali utili alla soluzione delle più svariate patologie, l'autore di questo sito declina ogni responsabilità sulla validità di tali metodi o prodotti , il lettore si assume la piena responsabilità dei rischi connessi a qualunque forma di trattamento, i consigli riportati in questo sito non possono sostituire alcun trattamento medico, se sospettate di avere problemi di salute rivolgetevi al vostro medico.